CAREZZA - Ecco la nuova cabinovia Re Laurino con stazione invisibile sul Catinaccio

22 Maggio 2020

© Fotografia - Nuova cabinovia Re Laurino, rendering stazione a monte


Anche Carezza conferma i suoi investimenti per il prossimo inverno: sono partiti in questi giorni i lavori per la cabinovia a 10 posti König Laurin.

L'impianto collegherà l’albergo Frommeralm con il rifugio Fronza alle Coronelle, a 2337 metri di quota ai piedi delle guglie più alte del gruppo del Rosengarten Catinaccio. Nell'ottica di una razionalizzazione degli impianti e di una mobilità sempre più sostenibile, la nuova cabinovia sostituirà le due seggiovie Laurin II e Laurin III. Una stazione di arrivo in un contesto naturale così pregiato e delicato ha fatto propendere per una stazione a monte molto particolare mentre una stazione intermedia sarà realizzata nei pressi della stazione di arrivo della seggiovia Tschein. 

“Vista la delicatezza dell’ambiente e la posizione esposta, l’area prevista per la realizzazione della nuova stazione in quota non si presta a inserire nel paesaggio una struttura puramente tecnica concepita secondo criteri formali tradizionali - spiega Werner Tscholl, l'architetto cui è affidato il progetto della stazione in quota - La stazione a monte, infatti, si colloca proprio davanti alle pareti del massiccio del Rosengarten Catinaccio. L’attuale complesso di strutture esistenti, con la stazione della seggiovia, il rifugio Fronza alle Coronelle e la Laurins Lounge, appare poco favorevole al godimento del panorama montano. Di qui, la necessità di priorizzare una soluzione dall’impatto visivo minimo per l’inserimento in questo ambiente”.

La stazione a monte sarà completamente interrata con le meccaniche dell'impianto che saranno così nascoste nella montagna. Dall'esterno si vedranno solo le "finestre" di accesso dei veicoli e l'uscita del tunnel che permetterà agli sciatori di raggiungere la pista o, in estate, porterà gli escursionisti verso i sentieri. Per andare invece alla Laurins Lounge ci saranno una scala mobile e un ascensore. Davanti al rifugio sarà poi realizzata una terrazza che arriverà a inglobare la pedana dove oggi si trova la stazione di arrivo della funivia che diventerà quindi un punto panoramico. “I passaggi sotterranei richiamano la leggenda di Re Laurino, accogliendo idealmente escursionisti e sciatori nel palazzo sotterraneo che il sovrano degli gnomi possedeva fra le rocce del Catinaccio", conclude Tscholl.

Nuovi impianti Carezza

Il progetto di mobilità sostenibile, che farà fare un grosso salto in avanti alla ski area di Carezza, prevede anche l'allungamento della seggiovia Tschein fino all’hotel Moseralm e contestualmente sarà smantellato lo skilift Moseralm Baby. Un miglioramento per la fruibilità del comprensorio sciistico ma, soprattutto, per l'estate, con gli ospiti dell'albergo che potranno recarsi nel cuore del comprensorio senza utilizzare l'auto e, viceversa, partendo da Nova Levante, i turisti potranno raggiungere il lago di Carezza con gli impianti e una breve passeggiata di 20 minuti .

 

LEGGI ANCHE: Carezza, la ski area che vuole diventare a impatto zero

di Redazione DoveSciare.it
22 Maggio 2020

Località di cui si parla nell’articolo:

Carezza - Passo Costalunga

Articoli promozionali

Sport Hotel Panorama: Ricomincio da qui

Dal resort Trentino di Fai della Paganella, alle porte delle Dolomiti di Brenta,... CONTINUA
L’Alpe Cimbra di Folgaria Lavarone Lusérn una vacanza in libertà!

La natura è il tuo parco avventura L’Alpe Cimbra si trova tra le infinite... CONTINUA
DOVESCIARE. L'app per non perdersi in pista.

Quante volte ti è successo di perdere gli amici mentre scii? Vuoi per una svolt... CONTINUA

Commenti sull'articolo

Aggiungi un commento

Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.