VAL GARDENA - E' tutto pronto per l'inverno e lo sci in sicurezza, quando si potrà

29 Novembre 2020


VAL GARDENA - Nessuno al momento può dire quando si potrà tornare a sciare e quando ci si potrà muovere per andare in montagna. Nel frattempo però gli operatori si stanno organizzando per ospitare al meglio turisti e sciatori quando sarà dato il via libera alla stagione invernale. In Val Gardena tutto è pronto per garantire il massimo della sicurezza minimizzando il rischio di contagio da Coronavirus.

Partendo da una certezza, quest'inverno: “non dobbiamo fare i conti, di perdite o guadagni. Noi dobbiamo lavorare per offrire un eccellente servizio ai nostri ospiti, per rispetto verso di loro e verso il nostro stesso territorio. Noi lavoreremo per garantire il massimo sia sotto l’aspetto della sicurezza sia dell’offerta. Senza badare a spese. Abbiamo lavorato bene per 50 anni, ora possiamo permetterci di affrontare la prossima stagione senza calcoli, per il bene di chi verrà a trovarci e di tutto il turismo in Val Gardena”. Questo il pensiero di Christoph Vinatzer, Presidente di Dolomites Val Gardena, Andreas Schenk, Presidente del Consorzio Impianti a fune Val Gardena/Alpe di Siusi, Judith Schenk, Presidentessa dell’Associazione albergatori, Igor Marzola, proprietario del Rifugio Comici, in rappresentanza di 65 tra baite e rifugi e Flavio Prinoth, Direttore della Scuola sci Val Gardena.

Sicurezza sulle piste

Quando le piste potranno essere aperte si punterà sulla prevendita online degli skipass che potranno poi essere ritirati nei pickup box o recapitati direttamente in albergo. Ci saranno steward alle casse e nei pressi degli impianti per far rispettare le distanze e dare informazioni agli sciatori otre a garantire una sanificazione continua degli ambienti. La mascherina sarà obbligatoria per tutti sempre, eccezion fatte per quando si sta sciando. Un'app permetterà poi di seguite in tempo reale l'affluenza agli impianti che avranno portata dimezzata su cabinovie e funivie con velocità aumentata per evitare la formazione di code.

Negli hotel

Saranno implementate misure simili a quelle ampiamente sperimentate in estate, quindi: dispenser di gel igienizzante ovunque, sanificazione di camere e ambienti comuni, obbligo mascherina nelle parti comuni, nelle aree gioco 1 persona ogni 5 mq, nelle piscine e zone benessere 1 persona ogni 10 metri quadrati. Misurazione della febbre prima dei trattamenti. Nei rifugi e nei ristoranti di dovrà prenotare in anticipo e sarà a tal fine disponibile una piattaforma comune per le prenotazioni.

In tutta la Val Gardena ci saranno poi tre Covid Test Center, con personale per test rapidi. test che saranno fatti in maniera continuativa agli operatori. Ci saranno strutture per ospitare eventuali positivi dove potranno rimanere finchè non sarà organizzato il loro rientro a casa. Si punterà infine a potenziare le attività alternative allo sci alpino come le passeggiate con ciaspole, lo sci di fondo e lo sci alpinismo. I mezzi pubblici, infine, saranno costantemente igienizzati e viaggeranno con capienza al 50%.

SEGUI TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SU TELEGRAM

di Redazione DoveSciare.it
29 Novembre 2020

Località di cui si parla nell’articolo:

Val GardenaSelva di Val GardenaSanta CristinaOrtisei

Commenti sull'articolo

Comment

Sismo sciatori argentini que andiamo tutti i febbrai a Ortisei, come sara la nostra permanenza per poter aprofittare al massimo lo sci, dato il costo che abbiamo per andare. Ci sara cualche vantaggio per la compra skipass. Non e cosa di arrivare li e non poter sciare. Grazie

Aggiungi un commento

Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.