Da Federica Brignone e Fondazione Cortina un messaggio per la salvaguardia della montagna e del mare

22 Febbraio 2021


Tra i temi inaugurati con i Mondiali di sci di Cortina 2021, c’è anche quello ambientale, un tema che sarà centrale anche da qui al 2026 a Cortina, quando si terranno le prime Olimpiadi invernali “diffuse” e pensate per utilizzare il più possibile le risorse e le infrastrutture già esistenti minimizzando l’impatto sul territorio ed evitando la realizzazione delle proverbiali “cattedrali nel desetro”. I Mondiali di sci si sono chiusi con un incontro denominato “L’acqua fra montagna e mare, due ecosistemi lontani e invece vicinissimi”, organizzato da Fondazione Cortina 2021 con il Comune di Cortina d’Ampezzo, One Ocean Foundation, la Cooperativa Sole e Federica Brignone con il suo progetto "Traiettorie Liquide”.

“Abbiamo voluto, alla fine del nostro percorso, lanciare un ulteriore messaggio nell’anno in cui si apre la decade dell’ONU dedicata agli oceani – ha spiegato Alessandro Benetton - La nostra Cortina, anche se fisicamente distante, si attiva perché essendo parte di un unico ecosistema ha influenze importanti anche sul mare. I nostri comportamenti hanno riflessi diretti sul nostro territorio, tanto quanto ne hanno indirettamente su altri che sembrano apparentemente lontani…Abbiamo creato un gioco di squadra che è diventato un modello anche di sostenibilità e che potrà servire in futuro per altre realtà”.

 

I Mondiali di Cortina 2021 hanno posto l’attenzione sulla sostenibilità, sul ridurre l’impatto ambientale, sull’economia circolare, l’innovazione tecnologica, la cura del territorio, la mobilità, l’inclusione, il calcolo e la compensazione della CO2. Questo è passato anche dal coinvolgimento di One Ocean Foundation e Cooperativa Sole che hanno pensato l’iniziativa “Il Mare inizia da qui” dedicati agli studenti delle scuole medie inferiori con una serie di video testimonianze di grandi campioni, finalizzate a sensibilizzare i più giovani sui problemi ambientali in generale e sull’inquinamento del mare in particolare. Federica Brignone, con il suo progetto di sostenibilità ambientale “Traiettorie Liquide”, che ha l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica nei confronti dell’inquinamento dell’acqua in ogni sua forma e a cortina è stata presentata la “quarta traiettoria” a tema scioglimento dei ghiacciai.

“Da sportiva, operando sulla neve, sento molto forte la connessione con questo elemento e naturalmente con l’acqua: la neve è acqua allo stato solido – ha commentato Brignone -. Il cambiamento climatico sta mettendo a repentaglio la maggior parte dei ghiacciai in Italia, che ogni anno arretrano di decine di metri. Come posso essere utile nel mio piccolo per portare un sassolino nel mucchio che formerà la montagna, ovvero la soluzione? Me lo sono chiesta e la risposta che mi sono data è stata: posso raccontarlo”.

di Redazione DoveSciare.it
22 Febbraio 2021

Commenti sull'articolo

Aggiungi un commento

Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.